performance-marketing-roi-martin

Cosa è il Performance Marketing?

🌲 L'UNICO CORSO SEMPREVERDE 🌲 PER VENDERE ONLINE CON 🔥 SUCCESSO 👉  Clicca

➡️  TOOLS UTILI CHE IO UTILIZZO

   

Il performance marketing ha completamente cambiato il modo in cui le aziende pubblicizzano e vendono prodotti. Ha anche influito sul modo in cui misuriamo il successo delle campagne di marketing. In passato l’attribuzione era quasi impossibile. Oggi, invece, le campagne di performance marketing ti danno la possibilità di misurare tutto, dalla portata del marchio al tasso di conversione, fino ad un singolo annuncio.

Questa nuova era del marketing basato sui dati ha fornito agli inserzionisti preziose informazioni sulle loro prestazioni, tanto da aiutarli ad ottimizzare le proprie campagne in base al miglior costo per acquisizione.

Man mano che la pubblicità diventa più trasparente, gli inserzionisti guardano oltre il marchio per creare strategie di marketing con ROI comprovato. Il performance marketing è nato dall’esigenza di ridurre il costo per acquisizione e aumentare il ROI.

Con le campagne di performance marketing, gli inserzionisti pagano quando viene completata un’azione specifica, piuttosto che per impressioni o clic.

🌲 L'UNICO CORSO SEMPREVERDE 🌲 PER VENDERE ONLINE CON 🔥 SUCCESSO 👉  Clicca

➡️  TOOLS UTILI CHE IO UTILIZZO

Che cos’è il Performance Marketing?

Mentre le grandi aziende sono in grado di spendere milioni di euro in pubblicità, la maggior parte di queste deve concentrarsi sui profitti per rimanere redditizia. Il marketing delle prestazioni riporta il potere nelle mani dell’inserzionista.

Determini l’azione, quindi paghi quando l’azione è stata completata, che si tratti di una vendita, di una lead o di un clic.

Quali sono i vantaggi del Performance Marketing?

Ci sono molti vantaggi nella gestione di campagne di performance marketing, tra cui:

  • Prestazioni facili da tracciare
  • Bassissimo rischio
  • ROI incentrato

Il principale vantaggio del performance marketing è che è misurabile realmente al 100%. Grazie alla nuova tecnologia e alle piattaforme pubblicitarie avanzate, tutte le metriche della tua campagna vengono monitorate e riportate per tua comodità.

Oltre ad un migliore tracciamento, il performance marketing è incentrato sul ROI, il che significa meno rischi per l’inserzionista. Con meno rischi, sono possibili tempi di avvio più rapidi. Non dovrai più spingere per le approvazioni.

Cosa lo rende unico?

Nella maggior parte delle forme tradizionali di pubblicità, l’inserzionista paga una commissione in anticipo per lo spazio pubblicitario indipendente dal rendimento. Ciò potrebbe significare da centinaia a migliaia di euro spesi senza mai vedere una conversione.

Con il performance marketing, gli inserzionisti pagano solo per transazioni riuscite.

Misurare il successo

Il ROI misurabile è la chiave per il successo del marketing digitale. Esistono diversi modi per tenere traccia delle prestazioni, incluso l’uso di strumenti di marketing.

È importante tenere traccia del ROI regolarmente, ma concedi alle tue campagne il tempo di raccogliere dati. È impossibile ottimizzare qualsiasi campagna senza dati adeguati.

L’evoluzione del Performance Marketing

Il performance marketing si è evoluto nel tempo grazie alle nuove tecnologie e al cambiamento dei comportamenti dei consumatori. Nel mondo odierno basato sulle prestazioni, il marketing digitale si basa sul “colpire le persone giuste sul dispositivo giusto al momento giusto”.

Il desktop momentaneamente sta cadendo leggermente in disuso, poiché gli esperti di marketing e i propri clienti cercano di raggiungere più persone sui dispositivi mobili, molto più utilizzati.

Questo nuovo panorama sta cambiando le pratiche a lungo preferite dai professionisti SEM e SEO. I professionisti dell’ottimizzazione dei motori di ricerca che in precedenza si affidavano all’ottimizzazione delle parole chiave e alla creazione di collegamenti per migliorare il posizionamento dei siti Web, ora devono cercare modi per utilizzare contenuti unici e accattivanti.

Allo stesso modo, i marketer dei motori di ricerca hanno dovuto imparare a navigare complesse campagne potenziate, come quelle ottimizzate per dispositivi mobili e come sfruttare gli PLA, l’acronimo di “Annunci con scheda di prodotto”, ovvero il collegamento comunemente usato per designare il formato di annuncio del prodotto offerto agli inserzionisti da Google attraverso la sua piattaforma pubblicitaria di AdWords e diffuso agli utenti di Internet attraverso il programma Google Shopping, sostanzialmente il confronto dei prezzi offerto da Google.

Potenziali insidie

Come con qualsiasi campagna di marketing, ci sono alcune potenziali sfide e insidie ​​che potrebbero insorgere con campagne di performance marketing.

Queste potrebbero includere problemi relativi alla conformità di normative, frodi dei publisher e la trasparenza del posizionamento. Fortunatamente, ci sono diversi strumenti, come il rilevamento delle frodi, che gli inserzionisti possono utilizzare per evitare questi problemi.

Come iniziare

Prima di poter misurare il successo di qualsiasi campagna, è importante stabilire gli obiettivi della campagna. Sia che si tratti di generare consapevolezza del marchio o di vendere prodotti, è importante fissare obiettivi prima del lancio.

Molte piattaforme pubblicitarie richiedono di stabilire obiettivi prima di creare annunci o impostare campagne. Gli obiettivi della tua campagna determinano dove vengono visualizzati i tuoi annunci, a chi vengono mostrati e altri fattori vitali per il successo della tua riuscita.

Gli obiettivi di marketing digitale più popolari sono:

  • Monitoraggio del traffico del sito web
  • Remarketing
  • Ritorno dell’utenza
  • Lead Generation
  • Sconti

Dopo aver stabilito gli obiettivi della campagna, è possibile utilizzare le piattaforme pubblicitarie per creare campagne destinate a tali obiettivi specifici.

Piano pre-lancio

La tua strategia dovrebbe essere basata sui tuoi obiettivi aziendali. Ad esempio, la strategia per una campagna di lead generation è molto diversa da quella sviluppata per aumentare l’importanza del marchio. Una volta stabiliti gli obiettivi della tua campagna, inizia a cercare opportunità pubblicitarie. Che si tratti di marketing di affiliazione, content marketing o una piattaforma di social media, cerca aziende specializzate nel tuo tipo di conversione. Parte della tua strategia generale include la creazione di una squadra di collaborazioni salda. Per costruire un team di marketing ideale dovrai:

  • Valutare e migliorare i team esistenti
  • Far crescere la tua squadra colmando le lacune esistenti

Misura i punti di forza e di debolezza dei tuoi dipendenti e misura la loro esperienza. Valuta la tua squadra prima di iniziare e lavora per un costante miglioramento. Documenta e fissa degli obiettivi per garantire la crescita del team.

Adesso, con un team forte e una strategia ben sviluppata, sei pronto per lanciare le tue campagne di performance marketing.

Piano post-lancio

Il vero lavoro inizia nel post-lancio. Le campagne iniziano a generare dati nel momento in cui vengono lanciate. Spetta al marketer ottimizzare le singole campagne per il rendimento, ma l’inserzionista deve anche ottimizzare le fonti di annunci per ottenere il rendimento migliore. Tieni traccia di analisi e metriche per determinare quali fonti di traffico hanno il rendimento migliore, quindi, inserisci e colma i fondi pubblicitari di conseguenza. Utilizza campagne di performance marketing per aumentare le vendite e aumentare il ritorno sugli investimenti.

Come funzionano le piattaforme di performance marketing?

Esploriamo brevemente come funzionano la maggior parte delle piattaforme.

Come nel caso di tutti i media, ogni canale ha un pubblico specifico e offre diversi tipi di piattaforme pubblicitarie per raggiungerli. Per esempio:

  • Facebook, il principale canale di social media, offre una varietà di opzioni per mostrare i tuoi annunci alle persone che visitano la piattaforma Facebook o Instagram.
  • Instagram, la principale rete di immagini e pubblicità di nicchia , offre agli inserzionisti la possibilità di raggiungere migliaia di importanti pubblicazioni online, anche tramite canali specifici.
  • Google visualizza i tuoi annunci nelle pagine dei risultati di ricerca (e attraverso la rete di annunci di Google).

Ovviamente, nessun canale mostra tutti gli annunci disponibili, sempre, a tutti. Quindi, come fanno le diverse piattaforme a scegliere cosa mostrare? Una combinazione dei seguenti fattori entra in gioco in base a:

  • Pubblico di destinazione e segmentazione: ogni piattaforma pubblicitaria offre modi per indirizzare il pubblico sotto forma di segmenti di pubblico.
  • Offerta: il panorama pubblicitario moderno si avvale di capacità programmatiche che incidono sull’importo che sei disposto a pagare per mostrare il tuo annuncio in un luogo e tempo specifici, al pubblico target scelto.
  • Qualità e pertinenza: la fiducia è il problema più grande che le persone hanno con la pubblicità di qualsiasi tipo. Pertanto, il rendimento degli annunci viene preso in considerazione. Se il tuo annuncio non funziona, ovvero guadagna valutazioni di bassa qualità, la rete ridurrà la sua esposizione.
  • Conversione: l’economia del performance marketing si basa sull’azione dei consumatori. Quando l’azione richiesta non ha luogo, la rete non viene pagata. Quindi il tuo annuncio viene visualizzato di più quando funziona.

La pubblicità su Facebook (e le commissioni associate), ad esempio, si concentra fortemente sull’offerta dell’inserzionista, sulla qualità e pertinenza dell’annuncio e sulla quantità stimata di azioni. La maggior parte delle piattaforme funziona in modo abbastanza simile.

Strategia di performance marketing

Se il performance marketing consiste nel pagare per l’azione, è utile avere una buona conoscenza delle varie strategie più comunemente utilizzate e delle azioni più comunemente misurate.

  • Costo per impressione (CPM): l’importo che un inserzionista paga ad un editore ogni mille volte in cui viene mostrato il suo annuncio
  • Costo per clic (CPC): l’importo che un inserzionista paga solo quando si fa clic sulla sua pubblicità
  • Costo per vendite (CPS): l’importo che un inserzionista paga solo quando una vendita viene generata direttamente da un annuncio
  • Costo per lead (CPL): l’importo che un inserzionista paga quando riceve un’iscrizione da un consumatore interessato come risultato diretto della sua pubblicità
  • Costo per acquisizione (CPA): l’importo che un inserzionista paga quando si verifica un’azione specifica, come una vendita, un completamento del modulo d’iscrizione o un clic.

Vale la pena notare che ciascuna delle azioni riportate sopra è un obiettivo pubblicitario e, quindi, una misura dell’efficacia del marketing delle prestazioni. Per valutare le tue scelte e continuare a perfezionarle, dovrai considerare gli obiettivi della tua campagna, la scelta delle piattaforme, i costi e, naturalmente, i risultati.

Un breve riepilogo dei tipi di Performance Marketing

Ecco una lista di controllo concisa che indica quando perseguire canali specifici di performance marketing.

  1. Pubblicità nativa: i programmi di individuazione dei contenuti ti consentono di ridimensionare notevolmente la portata dei tuoi contenuti e ottenere un click-to-landing specifico attraverso i siti Web. Questa forma di pubblicità nativa può essere particolarmente fruttuosa per i marchi che non raggiungono i propri obiettivi tramite i canali di ricerca e social media.
  2. Contenuti sponsorizzati: un’altra forma di pubblicità nativa, dove i contenuti sponsorizzati non vengono indirizzati immediatamente verso un traffico fuori sede, ma invece verso una pagina di un sito web. I contenuti sponsorizzati sono un investimento degno per aumentare i media di proprietà di un marchio e possono aiutare a raggiungere coloro che mettono in moto gli annunci tradizionali.
  3. Pubblicità sui social media: sebbene la pubblicità sui social media possa presentare una scheda di dimensioni considerevoli, i programmi di annunci offerti da Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e altri canali consentono ai professionisti del marketing di indirizzare i potenziali clienti con grande precisione e superare la sfida di ottenere visibilità tramite messaggi organici.
  4. Marketing sui motori di ricerca: i programmi pay-per-click offerti da Google accelerano l’esposizione di un marchio tramite le pagine dei risultati dei motori di ricerca tramite parole chiave e query prescelte, come non avviene per la SEO organica. Si ritiene, infatti, che i programmi di annunci SEM offrano un elevato intento commerciale e quindi un ROI impressionante per i marchi che hanno ottimizzato i propri programmi.
  5. Marketing di affiliazione: molti marchi perseguono il marketing di affiliazione e realizzano un forte ritorno sugli investimenti (ROI). È essenzialmente pubblicità gratuita.

Il performance marketing è un’ottima strategia quando vuoi essere in grado di misurare i risultati e ottenerli velocemente.

Per raggiungere veramente i tuoi obiettivi aziendali, è importante costruire le tue campagne in modo strategico: scegli la piattaforma, il formato dell’annuncio, gli obiettivi di ottimizzazione giusti, concentrati sul pubblico giusto e, naturalmente, crea un annuncio che si rispecchi con il tuo pubblico di destinazione.

🌲 L'UNICO CORSO SEMPREVERDE 🌲 PER VENDERE ONLINE CON 🔥 SUCCESSO 👉  Clicca

➡️  TOOLS UTILI CHE IO UTILIZZO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*Tutte le commissioni mostrate si intendono come fatturato lordo.
*Questo NON è un metodo per fare soldi facili.
Roimartin.com © Copyright - Tutti i diritti sono riservati ed ogni eventuale violazione verrà punita secondo i termini di legge.
Aumenta le Vendite fino al 40% in piùScopri di più
Torna su
Accedi

Non hai un account? Crea un account